L’eleganza della semplicità

La vera eleganza non ha bisogno di inutili fronzoli, ma di un delicato mix di rigore, originalità, fantasia, qualità e stile, usare questi elementi per creare uno stile quanto più personale è ciò che fa la differenza.
 
Osare nuove proporzioni, pur mantenendo solide basi dettate da questi delicati equilibri è ciò che meglio ci rappresenta.
 

Pitti 95

Si è conclusa venerdi scorso la novantacinquesima edizione di Pitti Uomo, dedicata all’autunno inverno 2019/20, ormai la più importante manifestazione mondiale del menswear, capace di racchiudere in un unico, colorato e rumoroso contenitore tutti gli stili maschili, dal classico allo street più evoluto.

Colori d’autunno

Colori d’autunno

Questo autunno si preannuncia ricco di colore, contrasti di fantasie, con un’attenzione sempre più profonda per tagli, tessuti e stile.

Questi elementi saranno, in futuro, il vero valore aggiunto, in un mondo sempre più massificato e globalizzato, la sapienza sartoriale e il gusto italiano faranno la vera differenza.

Un giorno da Banderari

Un giorno da Banderari

A Terni il Giappone incontra la manualità italiana e i preziosi tessuti Biellesi.

Grazie all’intraprendenza di due giovani ternani, che sfruttando al meglio il gemellaggio di Terni con Kobe, importano e trasformano kimono e haori dell’antica tradizione nipponica, miscelandoli con preziosi cachemere biellesi, per creare raffinati papillon, sciarpe e fasce turbanti.

Ironia e fairplay

Ironia e fairplay sono parte dell’eleganza maschile, così nell’abbigliamento come nelle proprie azioni, il carattere di un uomo si riconosce anche da queste doti.

Riuscire a non prendersi troppo sul serio, ironizzare sui propri vezzi, sulle proprie passioni, enfatizzandoli e schernendosi, stabilisce un contatto più umano e ravvicinato con le persone che ci circondano.

Un uomo deciso tende a superare i limiti imposti dal mainstream con stile; la fisicità, l’età, sono dei limiti superabili da esperienza, personalità e stile.