Pitti96
Si è conclusa la scorsa settimana la novantaseiesima edizione di Pitti uomo, la più importante rassegna per lo stile maschile, luogo di incontro tra “gentlemen” di tutto il mondo.
Tra le tante novità trovano conferma gran parte delle nostre intuizioni degli ultimi anni da Tagliatore a DoppiaA, da Drumohr a 0909, gli eventi di questi giorni ci confermano che non ci siamo sbagliati.
 
La tendenza, come vedrete da questo piccolo estratto, è il colore, dalle palette dei rosa e dei rossi polverosi, virati ad inedite tonalità decisamente maschili di Tagliatore, ai colori pastello di 0909, dalle righe optical di DoppiaA, ai Lini irlandesi colorati di Berwich, fino alla caledoscopica Drumohr, che reinterpreta gli eccentricismi del brit style con un gusto tipicamente italiano.
La profonda trasformazione del pantalone, che avevamo intuito già dalle scorse stagioni, con la ricomparsa di pinces e volumi più morbidi, trova piacevolissime conferme sia da Berwich, con modelli dal gusto retrò come il Barber, caratterizzato da una doppia pinces, volumi “carrot” e bottoni per le bretelle, che da Tagliatore, che ha impostato anche sotto lo smoking e l’abito, una nuova versione del pantalone con coulisse ed elastico sulla cintura, che prevede la trasformazione, grazie alla coulisse retrattile, in pantalone da indossare anche con la  cintura.
 
Tagliatore
Tagliatore
Tagliatore
Tagliatore
Tagliatore

Seguendo questa tendenza, Berwich presenta la capsule Accademia, realizzata in collaborazione con Vincenzo Reggiani, responsabile creativo di Ernesto e titolare della boutique Lacerba.

Lini irlandesi e tagli ripresi dalla grande tradizione sartoriale, novità di questa capsule, il pantalone Gurka, caratterizzato da una doppia cintura che, incrociando sul davanti crea un effetto di composta morbidezza.

La scelta cromatica di Luciano Acquaviva, deus ex machina di 0909 Fatto in Italia, vira sui toni pastello, verdi rosa, celesti, con una chiara citazione a quel risveglio cromatico nel guardaroba maschile tipico dei primi anni ’80.

Anche i tessuti sono fluidi e le vestibilità leggere, ma composte sul corpo, senza mollezze, ma con una struttura che seppure alleggerita, conserva i dettami sartoriali.

Niente di meglio per affrontare il clima caldo con uno stile imprescindibile.

 

0909 fatto in italia
0909Fatto in Italia

Lo stand di Drumohr, storico brand di maglieria inglese, ora sottoposto ad un profondo lavoro di restyling dalla proprietà italiana, riprende i temi classici del brand, miscelando l’eccentricità britannica con lo stile italiano, creando inediti abbinamenti tra galles, fantasie e maglie dalle lavorazioni sofisticatissime, la qualità dei filati è al vertice della produzione mondiale e mantiene la storica tradizione, ma le coloriture sono espressione di una creatività che nel campo della maglieria mancava da tempo.

drumohr
drumohr
George's Roma

GEORGE’S UOMO
Via del Pantheon 58
00186 ROMA
Tel. 066794456
P.IVA: 04763481001