In questa stagione invernale i tessuti tradizionali sono tornati ad avere un peso davvero importante nel guardaroba maschile.

Tweed, loden, velluti e panni militari dalle grammature inusuali per il nostro clima, hanno subito un totale restyling, nuovi pesi, nuove strutture, più facili da indossare e più adeguati al nostro clima più temperato e, soprattutto, una palette di colori totalmente rinnovata rispetto ai vecchi classici, dai quali, seppur traendo ispirazione questi nuovi tessuti prendono decise distanze.

Anche i modelli di giacche e cappotti, abbinati a questi tessuti si adeguano ai tempi, l’esempio più clamoroso, il classico Loden Steinbock, icona di intere generazioni, abbandona i volumi “asburgici” per adottare un fitting totalmente rinnovato, originale nel tessuto, immutato da più di cento anni, ma più adeguato nella vestibilità.

Cosi come le giacche, doppiopetto o monopetto, sono decostruite e morbide come maglie, perfette con outfit più rilassati e contemporanei.

In questa prima serie di outfit, rispettando il tema dei tessuti iconici, ci siamo dedicati appunto a sottolineare il carattere evocativo del loden originale Steinbock, rivisitato come dicevamo nel fit, dei tweed, nella giacca doppiopetto di Doppiaa e nel pantalone di Berwich; non ultima la bellissima flanella di Reda, un tessuto di nuova generazione, che ricorda visivamente le vecchie flanelle maschili, ma alla mano è soffice e leggero come cachemere.

E con tessuti di questa importanza gli accessori hanno un ruolo fondamentale, papillon e cravatte devono avere un effetto lanoso ed opaco, ma rispettarne il pregio, quindi cachemere biellesi, magari abbinati a camicie denim per esaltare il carattere ruvidamente maschile dei tweed.

Giacca in tweed Doppiaa  Pantalone Tweed Berwich
Abito da uomo in flanella 0909
Loden Steinbock, giacca uomo doppiopetto Tweed Doppiaa, abito uomo in glanella 0909
Loden Steinbock

Per la seconda serie di outfit, proseguendo sul tema di questo shooting, abbiamo selezionato un innovativo tweed spinato, realizzato da Ferla in esclusiva per Ernesto, un tessuto composto da decine di colori, dalla mano morbida ed un cappotto di Tagliatore, monopetto con martingala, realizzato in uno speciale tessuto double split a due facce, esternamente un pied poule ed internamente un galles.

La maglia dolcevita bianca, anch’essa di Tagliatore è perfetta per esaltare questi colori caldi, così come i preziosi gilet in cachemere realizzati a mano da Banderari.

Per i pantaloni, fustagni e velluto sono i compagni ideali del tweed, dai modelli più asciutti al carrot doppia pinces realizzato in velluto a coste larghe, tutti Berwich.

Photo Letizia Sopranzi

Thanks Banderari

 

Giacca in tweed Ernesto Parma, cappotto Tagliatore, Loden Steinbock
Giacca in tweed Ernesto Parma, panciotto in cachemere Banderari
Cappotto Tagliatore
Cappotto Tagliatore
relaxed elegance (15)
IMG_4439
George's Roma

GEORGE’S UOMO
Via del Pantheon 58
00186 ROMA
Tel. 066794456
P.IVA: 04763481001